Come fare la pulizia di Android: i passi essenziali

266

Il tuo smartphone è insolitamente lento? Non riesci più a scaricare e installare nuove app e, nel frattempo, hai cominciato ad avere problemi anche con la galleria e i messaggi? Quasi sicuramente è un problema di memoria. La buona notizia è che per risolverlo, quasi sicuramente, ti basta informarti su come fare la pulizia di Android, se è questo il sistema che utilizza il tuo dispositivo.

Cos’è c’è da sapere su come fare la pulizia di Android

Andiamo con ordine, però. Qualsiasi smartphone, anche se di ottima qualità, perde in prestazioni dopo un po’ di tempo che lo si utilizza: le tante app che scarichiamo e le cache che queste disseminano nel sistema Android, gallerie piene di foto e altri contenuti multimediali, file obsoleti ma che ci dimentichiamo comunque di cancellare, quando non addirittura virus e malware che ovviamente non sappiamo di avere sono tutti fattori che possono rallentare il dispositivo fino a renderlo inutilizzabile. Per fortuna, come si accennava, la soluzione è molto più a portata di mano di quanto si possa immaginare e non bisogna essere grandi smanettoni per sapere come fare la pulizia di Android.

Si può partire dalle basi, e cioè cancellare manualmente file e contenuti che non servono più ma che continuano ad appesantire lo smartphone e ridurne la funzionalità. Perché l’operazione risulti davvero utile e risolutiva bisognerebbe prendere alcune, piccole, accortezze come assicurarsi di svuotare anche le cartelle nascoste o che non si utilizzano di frequente, come la cartella dei Download per esempio. La maggior parte di dispositivi Android di ultima generazione, comunque, ha funzionalità integrate che aiutano nel fare pulizia e nell’assicurarsi le migliori performance dello smartphone.

Se questo lavoro di ripulitura manuale del telefono, però, non dovesse bastare – ed è raro che lo faccia – potrebbe servire scaricare delle app o utilizzare dei semplici programmi appositamente pensati per fare la pulizia di Android. Si tratta di software e app in qualche caso molto popolari e che, soprattutto se utilizzi un PC Windows, potresti aver già usato per un’operazione simile sul tuo computer. Quello che fanno è proprio guardare negli angoli più remoti del tuo smartphone, identificando i file più ingombranti o che non utilizzi e che, però, rallentano fino a rendere inutilizzabile il tuo dispositivo e cancellandoli quando possibile. Nella maggior parte dei casi cancellano anche le cache e qualcuna di queste app ha funzioni specifiche per individuare e risolvere problemi ed errori di sistema o eventuali virus e malware di cui potresti ignorare l’esistenza.

Il grande pregio delle app per fare la pulizia di Android è che sono molto semplici da utilizzare, anche per un utente non esperto. Va da sé, però, che se non sai proprio da dove cominciare potresti aver bisogno di leggere una delle tante guide che trovi in Rete per esempio. Tieni conto, infine, che non è detto che anche l’utilizzo di app e sistemi di questo tipo si riveli risolutivo. Soprattutto se il tuo smartphone è molto vecchio, potresti aver bisogno di restaurarne le prestazioni non solo cancellando file obsoleti e ingombranti ma acquistando per esempio una scheda SD che aumenti la memoria disponibile. In extremis e se ne sei ancora coperto, potresti pensare di rivolgerti all’assistenza clienti.

SHARE