Come scegliere la scrivania per l’ufficio: ecco le valutazioni da fare

136

Scopri subito quali sono gli aspetti da prendere in considerazione quando scegli la scrivania per il tuo ufficio.

Gli elementi da considerare

Quando sei alle prese con la scelta della scrivania per il tuo ufficio devi valutare diversi aspetti, come per esempio la forma, i materiali, i colori e il design. Anche la scrivania è uno strumento di lavoro perciò deve rispondere a criteri di praticità ed efficienza. È altresì importante che la scrivania sia confortevole e permetta di lavorare in sicurezza. Non fare l’errore di sottovalutare l’ergonomia perché è un aspetto essenziale per la salute. Per il benessere dei lavoratori, l’altezza della scrivania deve essere tra i 68 e 82 cm. Può capitare di dover rinunciare a una scrivania dal design particolare e accattivante perché non risponde a criteri di sicurezza.

Dove va sistemata la scrivania

Per trovare la scrivania che meglio risponde alle tue esigenze, devi prendere in esame anche l’area dove va sistemata. Infatti, in base alla posizione della scrivania, questa avrà delle caratteristiche ben differenti. Le scrivanie cambiano quando vanno posizionate in segreteria, in un open space, in un ufficio direzionale, in amministrazione, in un ufficio tecnico, in magazzino per la vendita di aspirapolvere a traino per auto. Le caratteristiche dello spazio di lavoro si modificano in base alla funzione da svolgere. È facile capire le differenze facendo un semplice esempio: la scrivania posizionata all’ingresso per l’accoglienza sarà sicuramente diversa da quella all’interno di un ufficio operativo.

La scelta dei materiali

La selezione dei materiali utilizzati per la scrivania è un aspetto importante non solo per quanto riguarda lo stile ma anche per la funzionalità. In generale, le opzioni sono principalmente il legno, il laminato, il metallo e il vetro. Il legno è il materiale più classico e tradizionale che si addice meglio a scrivanie importanti in uffici professionali, direzionali, di rappresentanza. Resta però il problema della durata perché il legno è un materiale delicato che si usura velocemente. A proposito delle scrivanie direzionali, puoi valutare anche il vetro cristallo oppure inserti in cuoio che rendono il piano di lavoro elegante e raffinato. Un’altra soluzione per le scrivanie dell’ufficio è il laminato, un materiale dal prezzo economico e con ottime caratteristiche di durata nel tempo. Un piano di lavoro di questo tipo è destinato a un uso intensivo tutti i giorni senza risentire di graffi, urti, peso e via così.

Organizzare lo spazio

La scelta della tua scrivania per l’ufficio dipende molto dal tipo di lavoro e da come lo svolgi. Se le tue versioni quotidiani prevedono l’utilizzo di più monitor, allora ti servirà una scrivania molto spaziosa con una lunghezza maggiore. Se le tue esigenze sono più basic, potrebbe bastarti un piano di lavoro più standard. Prediligi una scrivania dalla larghezza maggiore se durante il tuo lavoro in ufficio devi operare su progetti di grandi dimensioni. Se hai bisogno di avere una stampante con scanner sulla tua scrivania, ricordatelo al momento della scelta. Cassettiere, mensole, portaoggetti e altri elementi vanno personalizzati affinché la scrivania sia funzionale e ti agevoli nello svolgimento delle mansioni.

SHARE