Cosmetici biologici: meglio per te, meglio per il pianeta, ecco il motivo

210

Oggi parlare di biologico per alcuni è una moda. In realtà le cose non stanno esattamente così. Se è vero che di certo c’è chi utilizza il termine anche troppo e, purtroppo, a sproposito è anche vero che il prodotto biologico, specie se è da utilizzare sulla persona, è di gran lunga migliore, quindi non è di certo una moda. Chi ha provato a passare alla cosmetica bio, sa bene di che cosa parliamo e di certo nel giro di qualche settimana avrà notato la differenza anche sulla propria pelle.

Quando si vuole passare a prodotti biologici è meglio usare prodotti di cosmetica biologica certificata. I cosmetici realmente biologici di solito hanno normalmente minimo una certificazione: le loro formule sono infatti sottoposte a controlli molto rigorosi effettuati al fine di valutare la concentrazione di attivi e la natura dei conservanti.

I prodotti biologici sono naturali almeno al 95%, se non al 100%, questo significa che gli ingredienti in essi presenti sono di norma di origine vegetale. Il 20% di questi deve essere proveniente da agricoltura biologica per poter essere definiti biologici. Anche quando si legge della presenza di alcool, per esempio, di solito si tratta di sostanza alcolica estratta da piante, come può essere la barbabietola.

Attenzione ai prodotti che si utilizzano

A differenza di quanto qualcuno potrebbe pensare guardandosi la pelle uscendo dall’acqua, in realtà la pelle non è impermeabile. Essa infatti consente ben al 60% delle sostanze che si mettono in superficie di penetrare, anche se con lentezza. È stato calcolato che nel corso di un anno, la pelle sia in grado di assorbire più di 2 kg di prodotti che vi stendiamo sopra. Vedendo la questione sotto questo punto di vista è chiaro che una persona sia tendente a pensare meglio a che prodotti si mette addosso, cercando di scegliere quanto vi sia di meno dannoso.

Estetica a parte, la questione è proprio legata alla salute. Emulsionanti, conservanti e altre sostanze di derivazione petrolchimica, come la vasellina, la paraffina, il dimeticone fanno male poiché cancerogeni. Con il tempo i danni che essi possono fare sono diversi, arrivando con gli anni ad interferire con le funzionalità endocrine. Tali prodotti, oltretutto, di per sé non apportano nemmeno alcun beneficio al corpo e alla pelle, anzi ostruiscono i pori, impediscono la traspirazione, i punti neri.

Perché scegliere il bio

Come detto, il prodotto biologico è un prodotto che viene sottoposto a controlli rigidi, quindi, è un prodotto di certo sicuro. Altissima la percentuale di ingredienti naturali presenti. In questo tipo di prodotti non ci sono siliconi e parabeni, sostanze che oggi si sa bene seppur danno un effetto positivo a breve (a volte), con il tempo sono nocive per la pelle e per la salute. Neanche gli OGM ovviamente sono ammessi in questa categoria di prodotti.

Proprio per via degli ingredienti contenuti di solito si tratta di cosmetici che possono andare bene anche per le pelli sensibili e tendenzialmente allergiche, a meno ovviamente che non si sia allergici proprio al ingrediente contenuto. In generale comunque non capita quasi mai che qualcuno abbia problemi o reazioni utilizzandoli. Questo perché lasciano respirare la pelle e sono leggeri.

Un altro aspetto positivo dell’utilizzare i cosmetici biologici è che si dà una mano al pianeta, visto che il prodotto di per sé è biodegradabile, essendo naturale e molto spesso, a completamento di un quadro perfetto, è contenuto in confezioni riciclabili.

SHARE