Il vetro: come viene reso più resistente per impiegarlo in modi diversi

119

Il vetro è un prodotto che si ottiene da una particolare sabbia. Questa viene messa in forno e sciolta per poi esser solidificata in pratiche altre. Il vetro in questo stato è molto fragile e si rompe davvero facilmente. Per questo motivo, non è possibile utilizzarlo per realizzare materiali prodotti ma ci sono delle soluzioni ottimali che hanno lo scopo di rendere più solido il vetro. La vetreria Roma lavora il vetro per poter produrre ogni tipo di prodotto e progetto anche personalizzato. Vediamo quali sono i processi che possono rendere il vetro più adatto a esser impiegato come materiale.

Il processo di tempra

Il vetro temprato è quello reso più resistente e meno fragile, in maniera che non si spacchi se cade o se viene colpito. La tempra è un processo che rende il vetro più resistente così da poterlo impiegare per ogni tipo di uso. Per poter ottenere una lastra di vetro temprato, la lastra viene messa in forno ad alta temperatura. Appena la lastra viene tolta dal forno, viene raffreddata velocemente con dei getti di aria o acqua molto fredda. Il processo di raffreddamento così veloce e repentino ha l’effetto di solidificare il vetro e far sì che le molecole si aggreghino in modo diverso, rendendo il prodotto molto più solido e resistente.

La stratificazione

Un’altra tipologia di vetro molto resistente che può essere impiegato in modi diversi è quello cosiddetto stratificato. Per poter far sì che il vetro resista ad ogni tipo di urto, le lastre vengono sovrapposte- per legarle assieme, si mette una pellicola molto particolare, che non toglie la trasparenza, caratteristica fondamentale. La pellicola interposta dalla vetreria Roma tra le lastre non solo le tiene insieme ma rende il prodotto anche più sciuro; in caso di rottura, la pellicola tiene assieme i pezzettini e le schegge di vetro così che non possano ferire.  Per questa ragione, questo vetro viene anche chiamato di sicurezza.

SHARE