Impianti elettrici a Roma: guida alla scelta del professionista

138

Tecnici elettricisti, ditte specializzate in impianti elettrici a Roma non c’è che l’imbarazzo della scelta. Per evitare brutte sorprese, però, e per fare in modo che l’intervento si riveli davvero efficace e risolutivo, ci sono una serie di considerazioni utili da fare prima di rivolgersi a uno di questi soggetti, specie se non si ha ancora una ditta o un professionista di fiducia.

Impianti elettrici a Roma: cosa serve sapere

Partiamo dalla specializzazione e dall’area di intervento: si fa presto infatti a parlare di elettricisti, ma quello di cui troppo spesso non si tiene conto è che una cosa è sistemare un guasto o un malfunzionamento a carico di piccoli elettrodomestici, per esempio, e una completamente diversa è invece intervenire a livello sistemico e di impianti. Nelle città più grandi fortunatamente ci sono realtà molto diverse e non dovrebbe essere difficile, per questo, trovare il tecnico “giusto” per ogni esigenza. L’unica accortezza che si dovrebbe avere in questo senso è controllare in anticipo cataloghi e listini – nella maggior parte dei casi ormai disponibili anche online – per accertarsi che il tecnico elettricista a cui ci si sta rivolgendo faccia effettivamente gli interventi di cui si ha bisogno.

Non secondaria è la questione prezzo: rivolgersi a una ditta di impianti elettrici a Roma può rivelarsi anche molto dispendioso, soprattutto se oltre all’intervento vanno pagate per esempio le sostituzioni di pezzi. Se i propri sistemi (di condizionamento, riscaldamento, aerazione, eccetera) sono ancora in garanzia, l’idea migliore è cercare un professionista convenzionato con l’azienda madre, in modo da riuscire a coprire tutte le spese. In caso contrario, per evitare brutte sorprese al momento di pagare, sarebbe utile farsi fare un preventivo all’inizio dei lavori e anche se si tratta di “emergenze” che richiedono un intervento quanto più veloce possibile. La regola generale, comunque, è di diffidare di un prezzo eccessivamente basso, se non si vuole correre il rischio di dover chiamare un altro elettricista poco tempo dopo, e di cercare invece il miglior rapporto qualità- prezzo.

Flessibilità negli orari di intervento e personalizzabilità delle soluzioni potrebbero essere, infine, l’ago della bilancia nella scelta.

SHARE