Pavimenti in marmo: consigli per lucidare al meglio le superfici.

183

Nell’immaginario comune gli ambienti più eleganti sono idealmente arredati con il marmo.
La sobrietà e le tonalità raffinate del materiale donano all’ambiente uno charme inconfondibile.
Passeggiare a piedi nudi su un pavimento in marmo evoca una particolare sensazione di leggerezza. Per un istante è come perdere la percezione del contatto con il suolo.
Ogni spazio si presta ad essere arredato con questo magnifico materiale ormai presente sul mercato in diverse varianti.
I “pavimenti effetto marmo” dovrebbero richiamare le superfici luminose e le originali venature di questa eterna roccia calcarea. Tuttavia, è necessaria una buona dose di fantasia per convincersene.
Chi invece sceglie rivestimenti in “vero” marmo è sempre attanagliato da un comune dubbio: ma la pietra manterrà per sempre quella tipica lucentezza?

Come lucidare pavimenti in marmo

Preservare le caratteristiche naturali del marmo è importante. Tanto più i pavimenti saranno sottoposti ad agenti esterni che ne ridurranno l’igiene, quanto più la superficie richiederà manutenzione.

Innanzitutto, è bene munirsi di una scopa a setole morbide per poter spazzare il pavimento. Anche una spugna non troppo abrasiva può essere utile per evitare di intaccare la superficie.
Sarà poi necessario utilizzare prodotti con pH neutro per la pulizia.
Terminate le attività igienizzanti, sarà importante eliminare ogni residuo di detergente. E’ buona norma risciacquare le superfici per evitare che la brillantezza del pavimento in marmo possa essere compromessa.
Sostanze acide come vino, limone, aceto e bibite gassate possono causare un deterioramento della lucentezza del marmo.
Ugualmente anche solventi, candeggina o inchiostro possono danneggiare il marmo e dovranno essere quanto prima rimosse dalla superficie.
Quindi sì, il marmo è un duro dal cuore tenero.

Lucidare pavimenti in marmo con la cera

Le superfici particolari, come quelle in marmo, sono spesso trattate con appositi detergenti.
Questi contengono spesso cera, un additivo capace di creare un film protettivo.
Lo scopo è quello di impedire che possibili macchie o agenti aggressivi possano deturpare la superficie, così da ritardarne il consumo.
Questi prodotti sono facili da rintracciare in commercio, ma si tratta pur sempre di trattamenti che non possono assicurare protezione assoluta.

Lucidare pavimenti in marmo con detersivo fatto in casa

Potrebbe mai mancare il rimedio della nonna in fatto di pulizie? Chiaro che no.
Spesso, impiegare sostanze naturali è infatti la via più semplice ed anche la più efficace.
Sembrerebbe che avvalersi di acqua, bicarbonato e sapone di marsiglia contribuisca a conferire al pavimento in marmo l’intrinseca luminosità perduta.
Sicuramente, una valutazione preventiva dell’uso a cui uno spazio è preposto permetterà di scegliere un marmo che più si addice ad esso, anche in un’ottica di igiene e pulizia.
Resta il fatto che un pavimento in marmo, come ogni cosa preziosa, richieda accortezza e dedizione.
La presenza di un pavimento in marmo all’interno della propria abitazione dona indubbiamente un valore universale all’ambiente.
La luce, i colori, la gestione dello spazio e le forme, donano armonia ai locali.
Vivere in un ambiente armonioso migliora sicuramente la qualità della vita.
Progettare lo spazio abitativo con un pavimento in marmo è quindi la scelta migliore per sentirsi in sinergia con l’ambiente quotidiano che ci circonda.

SHARE