Manutenzione casette da giardino in legno: come e quando

39

Oggi avere una casa per il giardino è molto pratico ma occorre anche prendertene cura per farla durare a lungo nel tempo. Purtroppo, il legno è un materiale che esposto agli agenti atmosferici, come pioggia e umidità, si rovina e perde le sue caratteristiche iniziali. Dovrai quindi rimboccarti le maniche e darti da fare per portare avanti operazioni di manutenzione. Non credere a chi dice che esistono tipi di legno più resistenti che non necessitano di manutenzione perché anche quelli dedicati agli esterni vanno trattati.

Se non sai esattamente come fare e soprattutto quando, leggi interamente questa breve guida che ti fornisce di tutti i consigli di cui necessiti.

I prodotti per la manutenzione del legno

Nel momento in cui il legno delle casette per esterni ha bisogno di manutenzione, ci sono fondamentalmente due tipi di prodotti che vengono in tuo aiuto: la vernice e l’impregnante. Puoi scegliere prodotti trasparenti che non modificano il colore della tua casetta in legno oppure poi optare per soluzioni tipo tinta noce per dare anche un tocco di novità. Che si tratti di uno dell’altro, vernice e impregnante sono ciò che serve perché creano una sorta di pellicola sul materiale impedendo che l’acqua penetri all’interno delle fibre.

Prima di procedere con la stesura dei prodotti per la manutenzione del legno delle casette per esterno, devi però rimuovere eventuali residui. Polvere, sabbia, sporco e altri residui possono depositarsi sul legno ed entrare tra le fibre. Usa una spugna abrasiva oppure una spazzola per togliere i residui. Oltre agli smalti protettivi per il legno della tua casetta, procurati anche dello stucco per legno. Riempi con lo stucco tutti gli eventuali nodi e spazi nel legno altrimenti l’acqua si infiltra rovinando il prodotto. Ricorda sempre di utilizzare un pennello e stendere la vernice seguendo la linea del legno.

Ogni quanto fare la manutenzione

Ora che hai capito come mantenere intatta a lungo nel tempo la casetta in legno per il giardino, vale la pena capire ogni quanto intervenire. In generale, i primi segni di deterioramento del legno appaiono dopo circa due anni. Ovviamente, la tempistica può variare in base all’esposizione della casetta agli agenti atmosferici. Per esempio, se hai scelto un modello con grondaie, è facile che il deterioramento sia più lento.

Il sintomo che deve metterti in allarme è l’opacizzazione del prodotto. Se noti che la tua casetta in legno per il giardino ha pareti sbiancate, allora ti conviene correre immediatamente ai ripari. Se il legno si apre con profondi solchi e si “sfoglia” potrebbe anche essere pericoloso perché è facile beccarsi una scheggia nella mano. Se procedi con una manutenzione periodica, la casetta in legno per il giardino dura di più e non perdi troppo tempo. Se invece rimandi i lavori di manutenzione, quella volta che ti ci metti, sei costretto a passare un intero pomeriggio a carteggiare il legno, spazzolarlo e riverniciarlo per bene.

SHARE