Manutenzioni industriali programmate: che cosa dice la normativa

    37

    Ci si riferisce alla manutenzione programmata per indicare operazioni di tipo preventive che cioè sono svolte senza che vi sia effettivamente un guasto all’impianto. Lo scopo è infatti altro, cioè prevenire ogni genere di malfunzionamento  che da lieve possa degenerare causando il blocco totale della produzione industriale.

    Con la manutenzione industriale periodica è previsto un controllo regolare su parti meccaniche, elettriche e di goni altro tipo per garantire delle lavorazioni di qualità e continue senza interruzioni del servizio. Allo stesosi tempo, lo scopo finale ha a che fare pur con l’aspetto  della sicurezza sui luoghi di lavoro. Grazie a tali soluzioni è possibile avere degli impianti sicuri, azzerando incidenti sul luogo di lavoro. Operare in totale sicurezza deve esser una delle principali preoccupazioni di imprese e aziende oggi.

    Grazie alla programmazione di interventi di tipo ordinari, contrapposti a quelli straordinari che risponde a tutti gli imprevisti, si ottiene sicurezza e una produzione continua senza ritardi sulle commesse. Infatti, evitare il blocco della produzione è un ulteriore vantaggio che si aggiunge alla minore usura.

    Eseguire la manutenzione è anche un obbligo per quanto riguarda le disposizioni di legge. Infatti, chi utilizza un impianto industriale è tenuto per legge ad affidare la manutenzione da imprese e professionisti abilitati secondo precise tempistiche. In caso di controlli, viene infatti controllato il registro per verificare che i tempi siano stati rispettati.

    Le leggi in merito alla sicurezza sul luogo di lavoro prescrivono questo tipo di obbligo per tutti i datori di lavoro. Devono essere eliminati immediatamente tutti quelli difetti e pericoli che possono compromettere il profilo della sicurezza. Tutti gli interventi di verifica sono annotati nei registri che saranno richiesti durante i controlli.

    L’obbligo di mantenere efficiente un sistema industriale è previsto anche da enti sovrannazionali, uno su tutti la Comunità Europea. Chi non esegue opere di manutenzione sugli impianti industriali, qualsiasi sia la loro natura, va incontro a sanzioni molto salate in caso di controlli ma anche azioni legali e penali nel caso di incidenti che colpiscono cose e soprattutto persone.

    SHARE