Organizzare una vacanza in Salento: consigli per le prime volte

237

Per quest’anno hai scelto delle vacanze al mare in Italia e la meta che hai selezionato è il Salento? Non hai davvero niente da invidiare a chi viaggerà all’Estero: questa zona della Puglia è perfetta, infatti, sia per chi ama immergersi nella natura e scoprire le ricchezze paesaggistiche del territorio e sia per chi, invece, gradisce di più la vita mondana e gli appuntamenti glam, in discoteca o all’happy hour, tipici delle vacanze estive. Dal momento, però, che è una destinazione piuttosto ambita, quelli che seguono sono dei consigli utili per organizzare al meglio la vacanza in Salento e riuscire a goderti pienamente le tue ferie.

Quando, dove e come andare in Salento: una guida

Scegli accuratamente le date della tua vacanza in Salento. Qui, come nella maggior parte delle località marine del Sud Italia, la stagione balneare comincia già a giugno e si prolunga fino a settembre: se puoi, evita insomma agosto, quando il Salento è letteralmente invaso da vacanzieri, può essere complicato persino trovare un posto in spiaggia e le code davanti a ristoranti e attività commerciali sono interminabili. Una volta stabilito quando potrai partire, prenota subito la tua sistemazione, anche tenendo conto del fatto che gli appartamenti in affitto nel Salento ad agosto sono molto ambiti e che offerte e promozioni speciali di b&b e ostelli vanno a ruba. Una buona idea per risparmiare è, proprio in questo senso, cercare un alloggio nell’entroterra salentino: i prezzi sono più modici, si avrà modo di ammirare il volto più rurale e spesso sconosciuto ai più della zona, con un po’ di fortuna si incapperà in osti simpatici, accoglienti e desiderosi di condividere preziosi consigli di viaggio – quando non direttamente qualche manicaretto della cucina tipica appena preparato – e, soprattutto, ci si potrà spostare ogni giorno verso località diverse e alla scoperta di spiagge diverse.

Quando si dice Salento, del resto, si intende un tratto di costa piuttosto vasta e che comprende tanto località affacciate sullo Ionico, quanto località adriatiche. È questa, tra l’altro, una delle ragioni per cui organizzare la vacanza in Salento significa anche decidere in anticipo cosa si vorrà vedere e quando. Le attrattive, del resto, non mancano. Ci sono numerose spiagge rinomate tra gli amanti del mare per le acque cristalline o perché ancora (quasi) intatte da un punto di vista naturalistico: se si viaggia con bambini, con persone dalla ridotta mobilità o, più in generale, se non si ha voglia di fare un po’ di fatica prima di potersi tuffare, meglio informarsi in anticipo però su accessi al mare e tipologia di fondali. Anche i centri storici delle città del Salento riservano sorprese interessanti e da non perdere alla prima volta in Puglia: i barocchi di Lecce o la città vecchia di Gallipoli, per esempio, sono tra queste. La vera pecca della zona, però, sono i trasporti, ragione per cui l’idea migliore è affittare una macchina in modo da potersi spostare senza dover aspettare i mezzi pubblici e senza dover, per questo, organizzare al secondo le proprie tappe salentine.

SHARE